Green IT

La sensibilità al Green IT non è così diffusa come si pensi, nonostante gli eventi dedicati di vendor e stampa specializzata. Nel contesto della piccola e media azienda italiana i vantaggi economici che il Green IT ad oggi apporta sono ancora poco significativi, in molti casi l’IT manager non ha abbastanza budget e risorse per affrontare la tematica.

In realtà spesso bastano piccoli accorgimenti progettuali, ad esempio porre la giusta attenzione ai flussi d’aria in un locale tecnico allunga il ciclo di vita dei condizionatori riducendo in modo significativo i consumi.

Anche una “connettività intelligente” che permette una gestione remota dell’infrastruttura è un’opportunità green perché riduce sensibilmente abbattere i costi manutentivi e le emissioni carbon footprint.
È una domanda complessa, le soluzioni sono infatti molteplici e modulate su portafogli di investimento molto variegati. Il nostro consiglio è di affidarsi ad un partner che coniughi consolidate competenze IT con un livello di conoscenza approfondito delle problematiche impiantistiche ed energetiche.

In primis è fondamentale che il responsabile IT faccia scelte coerenti con i veloci mutamenti tecnologici (es. il cloud) ed abbia una buona conoscenza del quadro normativo. Non meno importante una partnership con un operatore qualificato e certificato che partendo da un’accurata analisi della situazione esistente sappia sviluppare un progetto che evidenzi in maniera chiara il ROI risultante dalla riduzione dei consumi energetici in relazione all’evoluzione della richiesta di capacità computazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *